Kia Ora Viaggi blog

5 consigli su cosa fare alle Maldive

Data: // Author: Kia Ora Staff

Una convinzione abbastanza diffusa vuole che le Maldive siano una destinazione adatta solo ai pigri, e quindi chi ama la vacanza sportiva non saprebbe cosa fare alle Maldive.

Sdraio tra mare e piscina, Maldive

Di sicuro in molte isole lo spazio a disposizione non é molto, per cui ci si deve accontentare di una campo da pallavolo (come al Filitheyo Island Resort o al Medhufushi Island Resort) o al massimo da tennis (come al Zitahli Resort, oppure al Lily Beach Resort). Ma alcune isole più grandi arrivano a ospitare addirittura campi da golf, per chi proprio non vuole farsi mancare niente.

Sono però gli sport d’acqua l’attrazione imperdibile di queste fantastiche isole dell’Oceano Indiano. Snorkelling, immersioni, windsurf, catamarano, kayak, stand up paddling: anche la struttura più piccola é in grado di mettere a disposizione degli ospiti l’attrezzatura per queste attività.

Insomma, alle Maldive non ci si annoia, anzi. Ecco i nostri 5 consigli su cosa fare alle Maldive, per rendere speciale la vostra vacanza.

1) Fate una passeggiata notturna: se l’isola é piccola, poco illuminata, e se siete fortunati, potreste vedere miriadi di stelle. Ma non in cielo, o almeno non solo, bensì sulla sabbia, dove le onde lambiscono la spiaggia. Si tratta di fitoplancton bioluminescente, che si deposita sulla battigia e scintilla nella notte con un effetto magico.

2) Uscite con la barca, che sia l’escursione programmata, la crociera al tramonto, una lezione di catamarano o una pagaiata con la canoa: guardare il vostro piccolo paradiso dal mare vi farà apprezzare ancora di più il privilegio di un viaggio alle Maldive.

3) Fatevi fare un massaggio: moltissime strutture sono dotate di Spa, anche solo per massaggi. Potete scegliere un trattamento semplice, magari solo su testa, mani e piedi, con olio di cocco profumato. Ma anche lasciarvi avvolgere completamente in un massaggio rigenerante oppure rinfrescante, se siete amanti dell’abbronzatura.

4) Prenotate, appoggiandovi al centro diving o al personale specializzato della struttura, un’uscita di snorkeling notturna: nuotare nel cono di luce delle torce é un’esperienza sicura (se svolta con l’assistenza di accompagnatori esperti), ma che vi regalerà comunque qualche sano brivido.

5) Andate a conoscere la popolazione locale: con abbigliamento e soprattutto atteggiamento adatti, programmate di raggiungere un’isola abitata dai maldiviani, oppure di spostarvi nella parte della vostra isola in cui vive la popolazione locale. É un modo per dare valore al vostro viaggio alle Maldive, toccando con mano la cultura del luogo meraviglioso dove state trascorrendo la vostra vacanza.

Passeggiata sulla sabbia, Maldive

Se poi siete veramente pigri e non vi preoccupate di cosa fare alle Maldive, ma avete solo voglia di godervi in tranquillità la vostra vacanza nell’Oceano Indiano, il sesto e ultimo consiglio fa per voi.

6) Leggete un libro: non c’é posto più appagante per una buona lettura che il patio di un bungalow sulla spiaggia di un’isola maldiviana. Potete portarvi un corposo romanzo da seicento pagine senza preoccuparvi del peso. Infatti le regole generali sul bagaglio a mano (salvo restrizioni della singola compagnia aerea) prevedono che, oltre alla valigia da mettere in cabina, si possa portare anche un libro (e un ombrello, una macchina fotografica, una borsa, un soprabito, …). Ma potete anche rimpinzare il vostro tablet di ebook, con l’unica avvertenza di ricordarvi di portare pure il caricabatterie.